La chiesa di San Tommaso a Lipsia

Sulle orme di Johann Sebastian Bach, direttore del Coro delle Voci bianche di San Tommaso.

Migliaia di visitatori ogni anno vengono a Lipsia per assistere alle funzioni religiose che si tengono alla Chiesa Luterana di San Tommaso, per ascoltare i mottetti cantati da uno dei più antichi cori di voci bianche al mondo (fondato nel 1212), per assistere a un concerto d’organo o per portare i propri ossequi al sacrario di Johann Sebastian Bach. Il famoso compositore ha vissuto a Lipsia una gran parte della sua vita ricoprendo per anni l’incarico di Direttore del Coro delle Voci bianche di San Tommaso, dal 1723 fino alla sua morte nel 1750.

Prima e dopo di lui ci furono altri noti compositori e musicisti. Un'altra caratteristica di rilievo della Chiesa Tommaso è che contiene due organi. Il più vecchio è un organo romantico di Wilhelm Sauer, datato 1885-89.

Dal momento che questo organo è stato considerato "inadatto" per suonare la musica di Bach, è stato introdotto un secondo organo, costruito da Gerald Woehl nel 1999-2000, progettato specialmente per suonare le Opere per Organo di Bach con una qualità del suono simile a quelli costruiti nel 18° secolo in Germania. L’attuale direttore del coro della Chiesa di San Tommaso, dal 1992, è Georg Christoph Biller, il 36esimo in ordine di successione e il 16esimo dopo Johann Sebastian Bach. Come i suoi predecessori ha continuato a eseguire la tradizionale musica da chiesa, concentrandosi soprattutto sui mottetti.

Nella stessa piazza della Chiesa si trova il monumento a Bach e la Bose-Haus, l’antica abitazione del maestro, oggi sede del museo archivio e centro di ricerca dedicato a Johan Sebastian Bach.