“Boom. 500 anni di cultura industriale.” Dal 11 luglio al 31° dicembre 2020

Nel 2020 la Sassonia festeggia 500 anni di patrimonio industriale. Per omaggiare questa grande e duratura tradizione è stata allestita una importante mostra nell’edificio Audi a Zwickau e affidata per l’allestimento al Deutsches Hygiene-Museum di Dresda. 2.500 mq ospitano dal 11 luglio al 1° novembre 2020, 500 oggetti preziosi, opere d’arte, fotografie e filmati, per ripercorrere insieme agli ospiti della regione, la storia e successi di questa fiorente epoca in Sassonia.

Contemporaneamente alla mostra centrale “Boom. 500 anni di patrimonio industriale”, avranno luogo nei siti simbolo della cultura industriale tra il Vogtland e i Monti Metalliferi, altre sei mostre correlate. Ognuna presenta un focus diverso e pone interrogativi sui modelli industriali del passato, di oggi e di domani.

 

1. L’August Horch Museum Zwickau presenta CarBoom: una mostra che mette in luce la storia della mobilità e affronta questioni sul futuro della produzione automobilistica in Sassonia, culla dei primi modelli realizzati dai principali marchi globali come Horch e Audi e della leggendaria auto Trabant.

 

2. ll Museo dell’Industria Chemnitz presenta MachineryBoom, che racconta come la Sassonia sia stata per più di 200 anni la culla dell’ingegneria meccanica in Germania e che risponde ad annose domande sul futuro delle macchine nella vita dell’uomo.

 

3. Il museo ferroviario sassone Chemnitz-Hilbersdorf presentala mostra RailwayBoom: nell’autentica atmosfera di un deposito storico, tra locomotive a vapore, diesel o elettriche, i visitatori possono esplorare in prima persona la connessione tra uomo e macchina e conoscere l’evoluzione della ferrovia in Sassonia, in particolare nell’area di Chemnitz.

 

4. Il Museo delle miniere Oeslnitz / Erzgebirge presenta CoalBoom: per capire come anche grazie ai ricchi giacimenti di carbone la Sassonia sia diventata una delle regioni pionieristiche dell’industrializzazione in Europa.

 

5. La fabbrica tessile Bros. Pfau Crimmitschau presenta TextileBoom: macchinari centenari originariamente conservati consentono ai visitatori di tornare indietro nel tempo e sperimentare le dure condizioni di lavoro nel settore tessile.

 

6. Infine, la Miniera d’argento Freiberg presenta SilverBoom, per conoscere 150 metri sotto la superficie il più importante fornitore di argento sassone dell’epoca industriale, ora sede di un istituto di ricerca scientifico.

 

Maggiori informazioni: www.boom-sachsen.de/en/ (sito in inglese)