FESTA DELLE CANTINE APERTE: 24 E 25 AGOSTO 2019

Visitate le storiche cantine immerse nel verde delle vigne della Valle dell’Elba: occasione per degustare vini pregiati e brindare in allegria.

37 varietà di viti su circa 470 ettari di vigneti lungo tutta la valle del fiume Elba: la tradizione vinicola in Sassonia risale all’inizio del Novecento quando questa piccola regione del nord Europa produceva già vini di ottima qualità. In tutta la regione della Valle dell’Elba il 25 e 26 agosto si celebrano i giorni di festa del vino, durante i quali le cantine offrono ai visitatori gite guidate nei vigneti e tour di degustazioni abbinate ai cibi locali. Tra le attività in programma ci sono le dimostrazioni dei moderni sistemi di produzione, gli assaggi di vino bendati, le passeggiate e l’ascolto di musica diffusa tra i vigneti. Per l’occasione uno speciale navetta viene messa a disposizione sulla rotta Diesbar-Seusslitz, Dresda, Meißen e Radebeul per garantire migliori collegamenti ai visitatori tra una cantina e l’altra. 

Sul Sentiero del vino, che per 55 km attraversa la regione della vecchia Germania dell’Est, è assolutamente da non perdere ilcastello di Wackerbarth a Radebeul, la residenza barocca dei principi di Sassonia, circondata da ettari di antichi vigneti, famosa per la più antica produzione di vino brut della regione, portata avanti ancora oggi secondo i canoni di una tradizione bicentenaria. 

Il vino sassone proviene per lo più da vitigni di uva bianca, tra le etichette più prestigiose vanno ricordate Müller-Thurgau, Weißburgunder, Traminer, Riesling, Ruländer, Kerner, Scheurebe, Bacchus, Gutedel, Morio Muskat e dal 1993 anche il profumato Pino Grigio e la varietà Goldriesling che cresce solo nella valle dell'Elba. Il vino rosso viene coltivato raramente in questa valle. I vini sassoni sono per lo più secchi, fermentati senza zuccheri residui. Oltre al clima favorevole, il particolare aroma di questi vini è dovuto ai minerali che arricchiscono il suolo.

Maggiori informazioni www.elbland.de