Gemäldegalerie Alte Meister – Palazzo dello Zwinger / Galleria Semperbau, Dresda

I capolavori del Rinascimento in un nuovo e prestigioso allestimento museale da febbraio 2020.

Dallo Zwinger, uno dei più grandiosi edifici barocchi della Germania, con i suoi padiglioni, le gallerie, i giardini e l’ampio cortile, si accede alla Galleria Semperbau progettata da Gottfried Semper (aperta al pubblico nel 1855 e ricostruita dopo la seconda guerra mondiale), oggi sede della Pinacoteca Gemäldegalerie Alte Meister, che presenta una collezione d’arte di fama mondiale. 

La Semperbau è stato uno più importanti progetti museali del 19esimo secolo in Germania e oggi custodisce i capolavori del Rinascimento tra cui la Madonna Sistina di Raffaello, la "Venere dormiente" di Giorgione, la "Notte Santa" del Correggio, "Santa Caterina Altare" di Cranach, "Donna che legge una lettera davanti alla finestra" di Vermeer e la Vista di Dresda del Bellotto. La sua accurata ristrutturazione cominciata quasi sette anni fa si è conclusa a febbraio 2020. La collezione della Gemäldegalerie Alte Meister di Dresda e la Collezione di Sculture fino al 1800 sono inserite in un nuovo allestimento museale unico, più grande, moderno e interattivo, che renderà straordinaria l’esperienza dei visitatori.

La Galleria Semperbau è stata attentamente modernizzata e ampliata per permettere l’esposizione di opere che altrimenti rimarrebbero dormienti nei magazzini. Più di 20 capolavori sono stati accuratamente restaurati così come sculture e vasi antichi destinati ai nuovi arredi. Un maggiore godimento dell’arte è garantito dall’illuminazione d’accento, da nuovi rivestimenti colorati, dai rifacimenti di telai e cornici ma soprattutto dai supporti multimediali che forniscono dettagliate informazioni. I dipinti sono esposti secondo l’origine geografica e la scuola e portano all’attenzione anche importanti temi storici del periodo. Intorno ai grandi capolavori come la “Madonna Sistina” di Raffaello, invece, si aprono dei veri tour nella storia dell’arte europea.

Inoltre sono esposti altri dipinti ampiamente noti, di artisti come Van Eyck, Dürer, Holbein, Rubens, Rembrandt, Poussin, Claude Lorrain, Murillo, Canaletto, Tiepolo, Raeburn e Graff. La Gemäldegalerie accoglie più di mezzo milione di visitatori ogni anno, un numero che è sempre in aumento.