Festung Königstein

Unici conquistatori: i turisti
Contrafforte, glacis, rivellino, bastione o banchetto… chi ha intenzione di studiare le tecniche architettoniche militari risalenti agli albori dell'età moderna non può non visitare la gigantesca piattaforma rocciosa del Königstein, sulla quale sorge una fortezza adibita a scopi militari e sede di una famigerata prigione destinata a personaggi di rilievo. Qui risiedette l'alchimista e coinventore della porcellana Johann Friedrich Böttger, inizialmente da uomo libero per difendersi dalla persecuzione degli altri principi e in seguito da carcerato nelle prigioni del castello.

Tra i personaggi illustri ai quali toccò la stessa sorte figurano l'anarchico Michael Bakunin, il leader del partito socialdemocratico August Bebel e lo "scandaloso" scrittore Frank Wedekind.

E se è un'impresa irrealizzabile espugnare la fortezza di Königstein, lo è ancora di più tentare una fuga dalle sue carceri. Questo indusse anche l'intera corte sassone a trasferirsi qui (con tanto di tesoro) quando la situazione politica divenne preoccupante.

Una visita completa del Georgenburg, del Neues e Altes Zeughaus (nuovo e antico arsenale), della cantina del Magdalenenburg e, naturalmente, della Brunnenhaus (la fontana coperta) necessita di molto tempo… e di molto appetito. Durante la visita i turisti hanno infatti la possibilità di effettuare una sorta di viaggio nel passato a tema gastronomico.

Dal 2006 il castello è inoltre dotato di un ascensore panoramico il quale, oltre ad offrire una spettacolare vista sulle formazioni rocciose dell'Elbsandsteingebirge, consente di raggiungere comodamente la cima dell'imponente piattaforma fortificata.

Come arrivare

A17 Dresda-Praga: uscita Pirna, qui seguire le indicazioni.
B172 Dresda-confine con la repubblica ceca: da Dresda dirigersi a Schandau e quindi proseguire fino a Königstein.
Metropolitana: S-Bahn Dresda-Schöna fino a Königstein.
Traghetto a vapore fino al molo di Königstein.